Ricerca News

Da:
A:
Tags:


 

 

 

 

Archivio News

« Indietro

LA PUGLIA AL 5th EUROPEAN INNOVATION SUMMIT

 

La Puglia, che ha fatto di ricerca e innovazione un pilastro delle sue politiche, è l'unica Regione italiana a partecipare al 5° European Innovation Summit, evento organizzato dalla Piattaforma europea K4I, knowledge for innovation,  in programma dal 30 settembre al 2 ottobre 2013 al Parlamento Europeo.

Tre seminari tra oggi e domani - "Beyond Horizon 2020: from funds to market""New Perspectives for Innovation in Europe: Regional Innovation Smart Specialisation Strategies" e "Towards world class clusters: policy support and funding instruments at EU and regional level" -  forniranno una panoramica sul ‘caso Puglia', esempio virtuoso di ambiente fertile per le imprese, piccole e medie, che operano nel campo della tecnologia e dell'innovazione. Adriana Agrimi, dirigente del Servizio Ricerca Industriale e Innovazione, Pasquale Orlando, Autorità di gestione del FESR 2007-2013 e Loredana Capone, assessore allo sviluppo economico della Regione Puglia, interverranno, ognuno in un seminario, per illustrare l'importanza delle sinergie tra le politiche regionali, nazionali ed europee messe in pratica in Puglia, soprattutto in vista della programmazione 2014-2020. Sarà analizzato, in particolare, il ruolo dei cluster in strategie di specializzazione intelligenti e le modalità di integrazione dei diversi strumenti di finanziamento disponibili, per favorire la collaborazione tra imprese, Istituti di ricerca, fornitori, clienti e competitori presenti in una stessa area geografica attraverso la metodologia dei living lab.

Il 2 ottobre, il Summit si chiuderà con l'incontro sulle "Politiche europee 2014-2020 per ricerca, innovazione, distretti, internazionalizzazione", durante il quale i rappresentanti dei distretti produttivi, tecnologici e delle aggregazioni pubblico private presenti nella delegazione, presenteranno i casi di eccellenze pugliesi nel campo dell'innovazione. Gli attori partecipanti all'evento sono: i distretti tecnologici Medis (meccatronica), Ditech (high tech); Ditne (energia); Dare (agroalimentare), Dta (aerospazio); il consorzio di ricerca Cetma (tecnologie dei materiali); i distretti produttivi del Legno-Arredo, della Meccanica, dell'Agroalimenare "Terre Federciane"; dell'Energia rinnovabile "La nuova energia"; le aggregazioni pubblico-private per la ricerca Textra, Ritma, Silab-Daisy, Innovaal.

L'assessore Capone, commentando la partecipazione pugliese ha affermato: "L'innovazione fa parte del nostro modo di amministrare e i risultati ci danno ragione. Gli ultimi dati diffusi da Senaf su base Uibm (Ufficio italiano brevetti e marchi) dicono che, da gennaio ad agosto 2013, sono state 127 le invenzioni e 1.394 i marchi che i cittadini pugliesi hanno presentato alle Camere di commercio italiane, con un incremento, rispetto al 2012, del 21% sul fronte delle invenzioni e del 10% su quello dei marchi. Un risultato al quale hanno contribuito attivamente le politiche regionali: se nella precedente programmazione (2000-2006), infatti, le risorse spese per ricerca e innovazione sono state in tutto pari a 76 milioni, nell'attuale programmazione si arriva, tra speso e impegnato, a 254,5 milioni di euro. Se poi aggiungiamo gli investimenti per l'infrastruttura di banda larga, la somma impegnata sale a 478,6 milioni".

L'European Innovation Summit rappresenta uno dei più importanti momenti di confronto a Bruxelles tra decisori pubblici europei, governi nazionali-regionali-locali, attori del mondo produttivo ed economico per individuare strategie e piani da portare avanti attraverso le direttive europee.

Valenzano, 1 ottobre 2013