Ricerca News

Da:
A:
Tags:


 

 

 

 

Archivio News

« Indietro

ROBOT, TELEMEDICINA, BREVETTI ... OGGI IN FIERA

Ancora appuntamenti, presentazioni delle imprese, ricercatori che illustrano i loro breveti.

Ricca la giornata oggi in Fiera del Levante nello Spazio Ottagono della Ricerca e Innovazione del padiglione 152 della Regione Puglia.

Le presentazioni hanno avuto inizio stamattina alle 11.00 con un interessante progetto della ITEM OXYGEN SRL. L'ing. Giovanni Piccininno e l'ing. Giuseppe Caliandro hanno spiegato il funzionamento di H@H: HOSPITAL AT HOME, il sistema di telemonitoraggio dei pazienti a domicilio, illustrando la centralina di controllo in remoto, accessibile tramite web, che hanno portato in Fiera. Obiettivo del progetto è la la "deospedalizzazione protetta" di soggetti affetti da patologie croniche attraverso il monitoraggio continuo (24 ore su 24) dei parametri fisiologici, direttamente a domicilio, reso possibile dal sistema che, attraverso la videocomunicazione, assicura anche l'interazione tra  medici e pazienti. 

Grande successo, anche di pubblico, ha riscosso ROBIN, robot antropomorfo, utilizzato nell'assistenza di bambini con patologie  dell'apprendimento e in particolare dislessici. Parla, si muove, gioca, diventando per i piccoli pazienti un amico-giocattolo che li orienta nei processi di apprendimento. Ma non è il solo progetto che hanno presentato l'ing. Marco Pistoia e l'ing. Gianfranco Borrelli della ERESULT SRL che ha partecipato a più bandi di finanziamento dei progetti di ricerca, riuscendo sempre a proporre buone soluzioni. Per il bando Ricerca per le PMI, ha presentato il progetto ADA, un sistema di gestione e monitoraggio remoto per l'assistenza domiciliare agli anziani; per il bando Partenariati la proposta è stata il progetto AL.TR.U.IS.M.un sistema di riabilitazione domestica, specifico per pazienti affetti da Alzheimer lieve o moderato che, tramite l'impiego di un Virtual Personal Trainer, è in grado di proporre esercizi riabilitativi di tipo cognitivo, e allo stesso tempo controllare e monitorare il paziente durante l'attività di riabilitazione; per il bando Living Labs, oltre a Robin ha presentato anche Care@Home,  sensori avanzati usati per il monitoraggio dello stato di salute di pazienti cronici,  con rilevazione di potenziali eventi critici, quali ad esempio la caduta, invio di messaggi di allerta a familiari e operatori e definizione di un piano di assistenza individualizzato.

La mattina è stata conclusa con la presentazione della dr.ssa Barbara Palazzo che ha parlato della soluzione proposta da GHIMAS SPA per la realizzazione di impianti su misura per la rigenerazione dell'osso. RiScOssa è l'acronimo del progetto ed è un processo attraverso il quale, dopo aver acquisito immagini, ad esempio, della mascella del paziente, e ricostruito virtualmente in 3D la zona  interessata, si crea uno stampo, eventualmente modificato alla bisogna, e si realizzano i pezzi di osso mascellare allo stereolitografo per poi impiantarli sul paziente. 

Il pomeriggio è iniziato con la presentazione di MediCloud, soluzione realizzata da LORAN SRL. Si tratta di un software medicale in grado di simulare interventi per l'impianto di protesi dell'ultima oarte della colonna vertebrale, il rachide lombo-sacrale. Il sistema, presentato dal dott. Nicola Lorusso, è munito di un'interfaccia tattile che opera su una ricostruzione del modello 3D delle protesi comunemente utilizzate nella prassi chirurgica, per definire le condizioni critiche di sollecitazione a carico del distretto anatomico in questione.

È stata poi la volta dell'Istituto di Tecnologie Biomediche del CNR di Bari. La dr.ssa Apollonia Tullo ha presentato il brevetto ottenuto dalla sua squadra di lavoro per Il "sequenziamento massivo di nuova generazione per le sfide dell'era post-genomica". In pratica si tratta di un protocollo universale che permette di preparare il campione da sequenziare partendo da quantità esigue di RNA totale e che può essere utilizzato con tutte le piattaforme di sequenziamento di nuova generazione presenti sul mercato.

La dott.ssa Teresa De Pilli dell'Università di Foggia ha poi presentato il suo studio di soluzioni tecnologiche per realizzare un prodotto da forno, con un ridotto contenuto calorico, di grassi e additivi chimici e con caratteristiche sensoriali paragonabili alle merendine commerciali.

La giornata è stata conclusa dalla presentazione di BIOFORDRUG SRL, spinoff dell'Università di Bari, Dipartimento di Farmacia-Scienze del Farmaco. Il prof. Nicola Colabufo ci ha parlato della soluzione per la diagnosi precoce di patologie neurodegenerative, in particolare l'Alzheimer e le malattie del neurosviluppo. La società ha realizzato e brevettato e presentato in Fiera biomarkers per la diagnosi precoce, ad esempio in parenti dei pazienti, e molecole per la cura di queste malattie.

Guarda le presentazioni

Valenzano, 19 settembre 2013