LivingLabs

Indietro

Apulian Tourism Lab - Il laboratorio pugliese dei servizi turistici

 
Riferimenti
Giancarlo Negro
 
Telefono
0832 443911
 
E-mail
ricerca@linksmt.it
 
Descrizione progetto

Il progetto mira alla realizzazione  di un sistema integrato di servizi a rete destinati all’utenza turistica in risposta alle esigenze  espresse  da Enti  locali  o altri  attori  del  sistema  socio-economico  di valorizzare  e potenziare  l’attrattività turistico-culturale del territorio di riferimento.

Il primo obiettivo del progetto consiste nella promozione turistica, che sarà perseguita mediante la realizzazione di un sistema  informativo  fruibile  in  modalità  web  e  mobile  per  la  promozione  degli  itinerari  culturali  da  gestire  in collaborazione con gli operatori pubblici e privati, consentendo al potenziale visitatore un accesso remoto al patrimonio culturale  del territorio  di riferimento  per conoscere  i luoghi  e gli attrattori  rientranti  nell’itinerario  (castelli,  musei, parchi,…). In seno al progetto sarà messa a punto una piattaforma di erogazione di servizi dotata di:

•     servizi   informativi   degli   attrattori   turistico-culturali   più   rappresentativi   del  territorio,   ovvero   di  itinerari, appuntamenti,  eventi  e servizi  offerti  dal territorio.  I servizi  informativi  si baseranno  inoltre  su un innovativo modello di “navigatore  culturale”, oggetto di ricerca nell’ambito  del progetto, secondo le dimensioni  del tempo, dello spazio e collaborative;

•     servizi di community a disposizione dei turisti per la condivisione della conoscenza dei luoghi visitati, in forma di diari di viaggio,  itinerari  e materiale  multimediale  prodotto  durante  le visite nel territorio,  con la possibilità  di inserire contributi a beneficio dei turisti che si apprestano a visitare l’area.

Il progetto mira inoltre al miglioramento dell’accessibilità  logistica e dell’organizzazione  dell’accoglienza,  mediante la realizzazione  di  servizi  di  booking  per  favorire  l’accesso  a  musei/siti  archeologici  –  trasporti  –  servizi  culturali. L’utilizzo  di  sistemi  di  booking  oltre  che  da  facilitatore  dell’accessibilità   logistica  fungerà  anche  da  fonte  di informazioni circa lo stile di consumo del turista sul territorio, a disposizione delle Amministrazioni al fine costruire campagne di marketing e consentire  di programmare  eventi e manifestazioni  sempre più in linea con le esigenze dei fruitori.

Verrà inoltre esplorata  la tematica  dell’utilizzo  dei dati pubblici  (o “open data”), in un’ottica  sia di sfruttamento  di quelli esistenti (quali quelli del Sistema Informativo Territoriale dalla Regione Puglia) che di messa a disposizione di nuovi dati (es. quelli di audit circa i comportamenti d’uso dell’utenza).

Il perseguimento  degli  obiettivi  progettuali  sarà  favorito  dalla  messa  in campo  da un lato  delle  esperienze  e delle competenze maturate dall’azienda Links e dal laboratorio GSA Lab del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università  del  Salento  nel  contesto  di  progetti  di  ICT  applicati  al  settore  turistico,  dall’altro  della  profonda conoscenza del territorio e delle abitudini di consumo dei turisti a disposizione degli Utenti Finali partecipanti (Comuni di Galatina e Zollino, GAL Valle della Cupa).

Il progetto mira inoltre al miglioramento dell’accessibilità  logistica e dell’organizzazione  dell’accoglienza,  mediante la realizzazione  di  servizi  di  booking  per  favorire  l’accesso  a  musei/siti  archeologici  –  trasporti  –  servizi  culturali. L’utilizzo  di  sistemi  di  booking  oltre  che  da  facilitatore  dell’accessibilità   logistica  fungerà  anche  da  fonte  di informazioni circa lo stile di consumo del turista sul territorio, a disposizione delle Amministrazioni al fine costruire campagne di marketing e consentire  di programmare  eventi e manifestazioni  sempre più in linea con le esigenze dei fruitori.

Verrà inoltre esplorata  la tematica  dell’utilizzo  dei dati pubblici  (o “open data”), in un’ottica  sia di sfruttamento  di quelli esistenti (quali quelli del Sistema Informativo Territoriale dalla Regione Puglia) che di messa a disposizione di nuovi dati (es. quelli di audit circa i comportamenti d’uso dell’utenza).

Obiettivi

Il progetto ha lo scopo di realizzare un sistema unico ed integrato di servizi a rete destinati all’utenza  turistica  in risposta alle esigenze  espresse  da Enti locali o altri attori del sistema socio-economico di valorizzare e potenziare l’attrattività turistico-culturale del territorio di riferimento. Ciò  attraverso  la  progettazione   e  lo  sviluppo  di  una  piattaforma  a  servizi configurabile e personalizzabile in base alle caratteristiche dell’Ente e che utilizzi i canali Web e mobile per l’erogazione dei servizi. In tal modo gli enti potranno dotarsi di sistemi innovativi per la valorizzazione  del territorio  a fini turistici  e soprattutto  di miglioramento  dei servizi offerti al cittadino.

Due sono gli obiettivi principali delle attività previste nella presente proposta, entrambi volti a favorire la cementificazione  di relazioni orizzontali tra amministrazioni  e operatori del settore turistico:

  1.  promozione dell’accesso ai luoghi di interesse turistico e culturale
  2.  miglioramento dell’accessibilità logistica e organizzazione dell’accoglienza

Il  primo  obiettivo  attiene  alla  realizzazione  di  un  sistema  informativo  web  based  per  la promozione  degli  itinerari  culturali  da gestire  in collaborazione  con  gli operatori  pubblici  e privati  consentendo  al  visitatore  potenziale  un  accesso  remoto  al  patrimonio  culturale  del territorio di riferimento per conoscere i luoghi e gli attrattori rientranti nell’itinerario (castelli, musei, parchi,…). Per rispondere a tali obiettivi strategici il progetto prevede la realizzazione di una Piattaforma di erogazione di un insieme di servizi per la promozione e la valorizzazione del territorio:

  • Servizi informativi degli attrattori turistico-culturali più rappresentativi del territorio, degli itinerari,  degli  appuntamenti,  degli  Eventi  e  dei  Servizi  offerti  dal  territorio.  I  servizi informativi saranno fruibili sia su Web che in mobilità, mediante applicazioni per Iphone e soluzioni basate su QR Code, NFC, RFId. In tale contesto, costituirà oggetto di ricerca la definizione di un modello di “navigatore culturale”, secondo le dimensioni del tempo, dello spazio e collaborative; 
  • Servizi di community  a disposizione  dei turisti per la condivisione  della conoscenza dei luoghi  visitati,  in  forma  di  diari  di  viaggio,  itinerari  e  materiale  multimediale  prodotto durante  le visite  nel territorio  con  la possibilità  di inserire  commenti  e suggerimenti  a beneficio dei turisti che si apprestano a visitare l’area, in accordo alle modalità di utilizzo dei più comuni social network;

L’obiettivo  del miglioramento  dell’accessibilità  logistica  e dell’organizzazione  dell’accoglienza sarà  perseguito  mediante  la  realizzazione  di  servizi  di  booking  per  favorire  l’accesso  a musei/siti archeologici – trasporti – servizi culturali. L’utilizzo di sistemi di booking oltre che da facilitatore  dell’accessibilità  logistica  fungerà  anche da fonte di informazioni  circa lo stile di consumo  del  turista  sul  territorio,  a  disposizione  delle  Amministrazioni   al  fine  costruire campagne  di marketing  e consentire  di programmare  eventi e manifestazioni  sempre più in linea con le esigenze dei fruitori.

In seno al progetto verrà inoltre esplorata la tematica dell’utilizzo  dei dati pubblici (o “open data”) messi a disposizione dalla Regione Puglia, in un’ottica sia di sfruttamento di dati pubblici esistenti (quali quelli del Sistema Informativo Territoriale dalla Regione Puglia) che di messa a disposizione di nuovi dati (es. quelli di audit circa i comportamenti d’uso dell’utenza).

 
Soluzioni identificate
Risultati

 

 

Demo Lab

Il  progetto   avrà   una  conduzione   pienamente   conforme   al  metodo   dei   living   !ab,  ovvero   si  ispirerà   dal  punto   di  vista teorico/metodologico all'approccio  sperimentale  della  open-innovation   che  vede  l'utente   al  centro  di  un  processo  continuo  di innovazione sostenuta da una partnership pubblico-privata. Quindi il Demo !ab previsto sarà fondato sui seguenti cardini: 

  • dimostrazione  continua  di  artefatti,  anche  nelle  primissime  fasi  progettuali.  Tale  obiettivo  sarà  raggiunto  anche  grazie all'utilizzo intensivo di pratiche di organizzazione  del team di sviluppo software quali Scrum, che consente una rapida riorganizzazione dei task a fronte di continui cambiamenti  nei requisiti derivanti fai frequenti feedback che si hanno in un demo !ab;
  • punto di aggregazione  e di formazione di una comunità di interesse e di pratiche sui temi proposti, secondo  le prassi delle "social network", per le quali i metodi di social network analysis costituiscono  motore dimostrato di innovazione;
  • coinvolgimento  aperto di tutti gli attori in gioco, grazie a un processo integrato di ricerca e innovazione  basata sul principio della co-creazione.

In patiicolare, saranno messe in atto azioni con l'obiettivo  di:

  • coinvolgere  rappresentanti  dell'utenza  finale nel corso delle fasi di vita del progetto. Il demo lab si caratterizzerà  per una costante collaborazione  e condivisione  tra tutti i soggetti del Living Lab lungo tutte le attività del progetto:
  • in fase di analisi  dei requisiti, con  l'obiettivo  da un lato di individuare  le esigenze  degli  utenti per poter progettare  dei servizi a misura degli stessi, dall'altro di avviare tavoli di lavoro in corrispondenza  delle tematiche da approfondire;
  • in fase di  definizione  del  modello  di  interazione,  con  l'obiettivo di  definire  il modello  di governance  del  laboratorio, tenendo conto delle esigenze di tutte le categorie di soggetti che vi prenderanno patie; 
  •  in fase di prototipazione,  con l'obiettivo di sottoporre  periodicamente  ai rappresentanti  dell'utenza  finale i  prototipi  che saranno messi a punto, con l'obiettivo di verificarne la rispondenza rispetto alle esigenze;
  • in fase di test e sperimentazione.  In tale contesto,  il contributo  dei referenti Comuni  e del GAL sarà determinante  sia in fase di pianificazione,  individuando  l'utenza  che prenderà parte alla sperimentazione,  che in quella di esecuzione della sperimentazione.  Gli utenti finali saranno poi resi partecipi dei risultati del!'analisi  dei dati della sperimentazione; 
  • in fase di individuazione  del modello economico. Comuni e GAL contribuiranno  in questa fase, indicando i propri interessi e contribuendo pertanto a definire il modello per la sostenibilità economica delle attività del laboratorio.
  • coinvolgere soggetti che hanno espresso fabbisogni simili, affini o analoghi e non fanno parte della compagine di progetto.

A tale scopo, oltre ai cittadini si intende coinvolgere anche soggetti  del contesto socio economico  afferenti a vari livelli al compatio turistico: operatori di strutture fieristiche, gestori di musei, operatori di strutture ricettive, associazioni di categoria quali la Camera di Commercio  di Lecce, ConfCommercio,  ConfEsercenti,  ecc. Tali soggetti,  anche se non appartenenti  alla pminership  del progetto, potranno fornire informazioni utili sia nella fase di analisi dei requisiti, che in quella di test e sperimentazione dei prototipi.

  • dimostrazione   dei  risultati   a  gruppi   di  cittadini   e  stakeholder   pugliesi  (tramite   giornate   di   presentazione,   azioni dimostrative,  ecc.)  coinvolgendo  anche  le  istituzioni  regionali  pugliesi,  mediante  l'organizzazione di  un  workshop  pubblico  al termine del progetto;
  • dimostrazione  dei  risultati  a  gruppi  di  cittadini  e  stakeholder   non  pugliesi  (tramite  giornate  di  presentazione,   azioni dimostrative,  ecc.)  comunicandone  gli esiti  all'interno dei deliverable  di  progetto.  Si  prevede a tale scopo  la partecipazione  agli eventi: Borsa Internazionale  del Turismo 2014, Forum PA 2013, TTG Rimini 2013
  • dimostrazione  dei risultati a livello internazionale  (nell'ambito di fiere, workshop e conferenze),  mediante la sottomissione di articoli su sedi editoriali di eccellenza indicizzate  su WoS e Scopus. Si prevede la partecipazione  ad un evento intemazionale  in tema di turismo ed ict. Una ulteriore azione volta alla diffusione oltre i  confini nazionali delle attività del laboratorio sarà costituita dalla presentazione di un'istanza  di adesione alla Rete Europea dei Living Labs (ENoLL).

Keyword: personal mobility pedestrian crossings intelligent sensors led technology safe street walks