Progetti

Indietro

 
Ragione sociale
ICAM S.r.l.
 
Indirizzo
S.P. 237 delle Grotte 70017 PutignanoBA
Riferimento
 
Telefono
 
Fax
 
E-mail
 
Sito web
http://www.icamonline.eu/
 

PLAT-KNOW

Descrizione progetto

Sviluppo di problematiche tecniche mirate (diagnostica, alimentazione di macchina, odometria, soluzione di magazzino di tipo drive-in/drive-through) relativamente a un sistema automatico di stoccaggio di UdC all’interno di un’area, mediante veicoli mobili bidirezionali.

 

 

 

Azienda

Da quasi trent’anni siamo specializzati nella progettazione e produzione di magazzini ed archivi automatici. La nostra offerta comprende l'intera gamma dei sistemi verticali e compattabili, con soluzioni tecniche realizzate su misura per ogni specifica applicazione.

La ricerca continua di soluzioni sempre più idonee alle varie esigenze del mercato ci spinge ad investire pesantemente sull'attività di R&S, con l'obiettivo rivolto alla ricerca dell'innovazione sostanziale rispetto alla tradizionale innovazione progressiva.

Siamo centro di ricerca riconosciuto dal MIUR. 

Dominio riferimento
Trasporti e Mobilità Sostenibile
Partner

I centri di ricerca che sono intervenuti sono:
CETMA, MASMEC, SINTESI, UNISALENTO

Fornitori esterni:
MTM, ML, CODE ARCHITECTS

Obiettivi

Il progetto è stato strutturato secondo 4 work package accomunati dall’ambito di intervento sulla soluzione di sistema automatico di immagazzinamento mediante veicoli mobili:

WP2_Sistema di diagnostica per le navette (veicoli mobili ASRV)  e per i magazzini che fosse in grado di rilevarne, per tempo, eventuali difetti generatisi sia nella fase costruttiva che nella fase di utilizzo

WP3_Soluzioni tecniche hw e sw, a livello di macchina e di sistema, in grado di ottimizzare lo sfruttamento dell’energia e ridurre la richiesta di ricambi di batterie

WP4_Soluzioni avanzate per la funzione di odometria delle navette bidirezionali e di posizionamento all’interno dell’area di movimentazione

WP5_Analisi e riprogettazione del sistema a veicoli mobili ASRV, verso un sistema adeguato all’utilizzo in contesti di funzionamento tipici dei sistemi drive-in e drive-through

Per i 4 WP sopra elencati sono stati raggiunti i risultati in termini di:
Creazione di un sistema di primo e di secondo livello sw in grado di diagnosticare automaticamente in modo esaustivo il funzionamento delle macchine ASRV e di un sistema di stoccaggio di UdC
Analisi approfondita delle interazioni tra veicoli mobili e struttura magazzino al fine di assicurarne il funzionamento

Risultati

 Progettazione di un sistema di diagnostica di funzionamento  di componenti/parti di macchina
Progettazione e realizzazione di un prototipo di macchina con alimentazione a batterie di accumulatori integrato con sw di secondo livello di gestione delle ricariche
Implementazione su prototipo di macchina di un sistema odometrico adeguato alle specifiche di posizionamento di ASRV all’interno della struttura portante
Analisi della nuova soluzione di sistema automatico integrato per la gestione di logiche di tipo drive-in con realizzazione di sistemi prototipali (di veicoli, di sistema di gestione e automazione, di sicurezze) per la verifica di logiche drive-in

Tutte le attività sono state completate raggiungendo gli obiettivi proposti (sia realizzativi che prestazionali) nel progetto presentato, a meno del tempo medio di ricarica di un veicolo, per il quale il limite tecnologico della soluzione che è stata implementata (tecnologia Pb) non è risultato superabile.

Soluzioni identificate

- WP2: la soluzione è consistita nella scrittura di codice di macchina e di più alto livello per integrare le funzionalità di diagnostica su impianto a veicoli mobili. E’ stato progettato il sistema a banco per la verifica dei componenti di macchina. E’ stata completata l’analisi per la verifica di funzionamento della struttura di magazzino integrata con i veicoli

WP3: è stata analizzata la tecnologia a disposizione per l’alimentazione di veicoli con batterie a bordo ed è stata scelta quella al Pb sviluppando algoritmi di gestione su veicolo e a livello di sistema, innovativi, che riuscissero a risolvere il problema di stima dell’autonomia residua a bordo di una macchina automatica e il problema di ottimizzazione della gestione delle ricariche su più veicoli
WP4: sono state analizzate diverse metodologie tra le quali è stata scelta l’integrazione delle informazioni da encoder con quelle di altri sensori a bordo veicolo, secondo metodologie di sensor fusion per ottenere le migliori prestazioni in termini di errore di posizionamento all’interno dell’area di stoccaggio

WP5: sono state scelte soluzioni di sicurezza in grado di rispondere ai requisiti stringenti della normativa in termini di sicurezza macchine, soluzioni di baie di ingresso e uscita pallet che ottimizzassero le procedure di gestione della soluzione di stoccaggio sviluppate in fase di analisi e progettazione. Sono stati condotti test intensivi su un prototipo di sistema a veicoli mobili
 

Utilizzabilità dei risultati e dei brevetti

Sono stati trasferiti in produzione:
Sistema di diagnostica su veicolo e su sistema integrato
Analisi delle specifiche di impianto per integrazione con veicolo
Sistema di gestione dell’autonomia su veicolo e delle logiche di gestione della ricarica sul sistema integrato
Sistema odometrico che sfrutta tecniche di sensor fusion e relativo sviluppo sw e hw
Soluzione di magazzino tipo drive-in/drive-through

Sono ancora da trasferire in produzione perché sono necessarie altre attività di revisione/evoluzione:
- Banco prove per la verifica di componenti/parti di veicolo
Nuove soluzioni per l’odometria di macchina
Nuove tecnologie per l’alimentazione di macchina
Intorno al progetto per il quale sono state avviate le attività finanziate prima indicate sono state presentate 5 domande di brevetto, delle quali 2 sono state avviate alla fase di internazionalizzazione in Europa.

1 domanda in particolare è il risultato delle attività condotte nell’ambito del progetto Plat-know con il seguente titolo:
‘metodo di prova per il collaudo di un magazzino automatizzato a navette’
 

Mercato e ricadute industriali

Il mercato di riferimento è quello dei sistemi di automazione integrata per l’intra-logistica ed il material handling (magazzini totalmente automatici).

La ICAM ha raggiunto una quota del mercato italiano prossima al 50%  e del 20% nelle due gamme di prodotto attualmente offerte, il tutto raggiungendo “solo” 12mln€, al lordo del 35% di mercato estero, su 40mln€ di mercato italia.

Il mercato dei magazzini totalmente automatici è dimensionalmente molto più grande rispetto a quello attualmente presidiato.

L’ingresso con una soluzione ad elevata innovazione permetterà alla ICAM una penetrazione rapida e profittevole.
Gli investimenti produttivi previsti sono relativi agli impianti/macchine/attrezzature  per l’industrializzazione dei risultati per la produzione in serie dei veicoli mobili.
Gli effetti sul livello di occupazione, in connessione allo sfruttamento industriale dei risultati del progetto sono pari a 10 unità tra progettisti e tecnici specializzati in meccatronica.