Progetti

Indietro

logo Item Medical

 
Ragione sociale
Item Oxygen srl
 
Indirizzo
via Le Fogge, 11 70022 AltamuraBA
Riferimento
 
Telefono
 
Fax
 
E-mail
 
Sito web
www.item-medical.it
 

H@H : Hospital at Home

Descrizione progetto

Sistema di telemonitoraggio dei pazienti a domicilio mediante centralina di controllo in remoto accessibile tramite web

Studiare un nuovo dispositivo di Telemedicina che possa favorire la “deospedalizzazione protetta” di soggetti affetti da patologie croniche.

Il dispositivo è stato pensato in modo completamente innovativo rispetto ad altri presenti sul mercato poiché consentirà un monitoraggio in continuo (24 ore su 24) e in tempo reale, ma soprattutto consentirà al medico operatore di intervenire a distanza sulla somministrazione di terapie al paziente, attivando o disattivando apparecchiature medicali presenti a bordo.

Azienda

La item oxygen è una azienda che opera sull'intero territorio nazionale occupandosi di:
- Progettazione, Realizzazione, Assistenza  e Manutenzione di Impianti Gas Medicali, Gas Puri
e Tecnici;
- Progettazione, Realizzazione, Assistenza e Manutenzione di Impianti Tecnologici
(condizionamento, antincendio ecc..)

Fornitura di componenti e dispositivi medicali ed elettromedicali per  il SSN ed enti privati
(case di cura, IRCSS )  

La item oxygen è certificata UNI EN ISO 9001:2008 ed UNI CEI EN ISO 13485:2004 ed è autorizzata, in qualità di fabbricante di dispositivi medici, ad apporre la marcatura CE sugli impianti di distribuzione dei gas medicinali ad uso terapeutico.

Grazie al suo staff flessibile, dinamico ed in costante aggiornamento sulle normative di settore opera in regime di qualità presentandosi sul mercato nazionale come azienda di sicura affidabilità.

Attraverso la notevole esperienza maturata, la item oxygen ha prodotto diverse idee e brevetti sia in ambito tecnologico che medicale con l’obiettivo di differenziarsi sul mercato.

Dominio riferimento
Salute, Benessere e Dinamiche Socio-Culturali
Partner

Ospedale Generale Regionale "F. Miulli”  Ente Ecclesiastico

Università del Salento Dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione

Consorzio CETMA   Centro di Progettazione Design & Tecnologie dei Materiali

Medicop LTD

Obiettivi

Obiettivo del progetto è eseguire un monitoraggio domiciliare continuo sullo stato dei pazienti, poter eseguire esami diagnostici, con la possibilità di modificare le terapie in atto ed effettuare il giro visite remoto attraverso un evoluto sistema di video comunicazione.

La garanzia del monitoraggio continuo in tempo reale e l’interazione con il personale ospedaliero on demand riprodurrebbe, in ambito domiciliare, funzionalità e protocolli specifici dei reparti di terapia intensiva, sgravando questi ultimi da funzionalità improprie e migliorando la qualità di vita del paziente

Risultati

Il risultato raggiunto nel progetto è la realizzazione di un prototipo interamente funzionante del sistema H@H

Il sistema di telemedicina web based garantisce il monitoraggio dei parametri vitali e la ossigenoterapia a domicilio assicurando l’interazione tra operatori sanitari e pazienti attraverso la videocomunicazione senza che i pazienti affetti da patologie croniche debbano spostarsi presso le strutture ospedaliere.

Soluzioni identificate

Le attività di ricerca e sviluppo eseguite dalla item oxygen in collaborazione con i consulenti di ricerca ed i partners sono state condotte a partire da un’analisi dei bisogni degli utenti finali destinatari dei trattamenti sanitari a domicilio. Tale analisi ha consentito la definizione della piattaforma di telemedicina e lo sviluppo dei moduli hardware e software che la compongono.

A tal fine sono state impiegate le migliori tecnologie ICT disponili allo stato dell’arte, che oggi rendono disponibili scenari inaspettati in campo medico, con l’obiettivo di trasferire in ambito sanitario modelli di supervisione e controllo distribuito di consolidato impiego in ambito industriale.

Il sistema H@H è supportato dalla comunicazione a banda larga ADSL o 3G per il trasferimento dei dati relativi ai parametri vitali e alla videocomunicazione tra le postazioni domiciliari e gli operatori sanitari. L’interattività della videochiamata e il monitoraggio, anche continuo, dei parametri vitali del paziente consentono ai medici di tenere sotto osservazione lo stato di ciascun paziente identificando variazioni sui parametri fisiologici e fornendo in tempo reale un intervento clinico per normalizzarne lo stato attraverso l’attivazione delle apparecchiature medicali disponibili a domicilio
Utilizzabilità dei risultati e dei brevetti

Il sistema di telemedicina, cha accede alla fase di produzione, presenta una serie di caratteristiche tecniche per adempire alle seguenti specifiche relative al monitoraggio in remoto dei pazienti affetti da malattie croniche:

Il dispositivo ha dimensioni e forma comparabili a quelle di un comodino ed è dotato di un braccio articolato che ne consente un comodo utilizzo in posizione supina a letto, seduta, in piedi o in sedia a rotelle.
  grazie alla sensoristica di bordo e alla tecnologia ICT è reso possibile il monitoraggio, anche in modo continuo, dei parametri vitali del paziente. In tal modo gli operatori sanitari osservano lo stato di ciascun paziente identificando prontamente le variazioni sui parametri fisiologici con la possibilità di somministrare terapie in remoto tramite l’attivazione dei carichi di bordo del dispositivo. La presenza di un sistema audio – video di comunicazione permette l’interazione con il personale ospedaliero on demand riproducendo, in ambito domiciliare, funzionalità e protocolli specifici dei reparti di terapia intensiva.

Tutti i risultati del presente progetto di ricerca richiedono ulteriore attività di sviluppo per il trasferimento in produzione. In particolare il prototipo del modulo domiciliare dovrà essere ottimizzato al fine di ridurne i costi di produzione e le tempistiche di assemblaggio. L’azienda non esclude di attivare ulteriori programmi di ricerca e sviluppo finalizzati ad ampliare le funzionalità rese disponibili nel sistema di telemedicina come ad esempio l’utilizzo di sensori wireless di nuova generazione per il monitoraggio.

Brevetti e/o Diritti di proprietà industriale registrati o in corso di registrazione :
Richiesta di Brevetto Europeo (Request for grant of a European Patent) come  Invenzione  Industriale presso l’European Patent Office(EPO) Riferimento Richiesta: I117
  Il design del modulo domiciliare è stato depositato come “Deposito di Disegno/Modello di  Apparecchi e strumenti diagnostici” presso l’Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno (Design/Model Registration n. 001836016-0001- www.oami.europa.eu)

Mercato e ricadute industriali

Con il progetto H@H, la item oxygen entra a far parte dei servizi di telemedicina del settore sanitario rivolti in particolare a: 
  Organizzazioni Sanitarie, ASL, Università, Ospedali, Case di Cura, Enti privati e Cooperative  specializzate in servizi di assistenza domiciliare (ADI)
  Medici di medicina generale e Medici Specialisti (cardiologi, pneumologi, geriatri..)

Si ritiene che a seguito di una ulteriore attività di sviluppo ci potrà essere entro 12 – 18 mesi  il trasferimento in produzione, consentendo alla item oxygen un notevole recupero di competitività ed una effettiva differenziazione del prodotto aziendale rispetto ai prodotti correlati della concorrenza.

Da una analisi preliminare, basata essenzialmente sui dati di prototipazione del dispositivo, si ritiene che a seguito di un investimento stimato tra 1,5 e 2 milioni di euro sarà possibile avviare una linea di produzione
Si ritiene inoltre, considerando l’elevato interesse manifestato dagli addetti ai lavori, che a seguito della fase suppletiva di sviluppo industriale ed ottimizzazione della linea di produzione il fatturato a regime si aggirerà intorno a 600 k€ di cui almeno il 20% sarà destinato alle esportazioni. 

Ricadute occupazionali: La nuova linea dedicata alla produzione, proposizione, commercializzazione, manutenzione e gestione del dispositivo H@H: Hospital at Home comporterà un incremento del personale valutabile in almeno 10 unità.

In realtà, considerando l’intero indotto produttivo interessato alla industrializzazione del dispositivo in esame si ritiene che nel medio periodo le ricadute occupazionali interesseranno significativamente le aziende strategicamente coinvolte