Progetti

Indietro

 
Ragione sociale
Diamec Technology Srl
 
Indirizzo
Via G. Nickmann 12/A 70100 BariBA
Riferimento
 
Telefono
 
Fax
 
E-mail
 
Sito web
www.diamec.it
 

Progetto S.A.S.M.A.
Sistema Automatico Sottomarino per il Monitoraggio Ambientale ad alta precisione

Descrizione progetto

prototipo di un robot autonomo subacqueo (AUV- Autonomous Underwater Vehicle) in grado di effettuare monitoraggio ambientale rilevando i dati con una sonda parametrica e con sensori dispersi sul fondale, partendo da un robot subacqueo commerciale semiautomatico di tipo filoguidato (ROV-Remotely Operated Vehicle) dotato di telecamera on board

Azienda

La Diamec Technology Srl è specializzata nella definizione di “soluzioni integrate” e nella realizzazione di “macchine speciali” per l’automazione dei processi industriali per una varietà di applicazioni manifatturiere.
Macchine speciali per:
movimentazione,
assemblaggio,
controllo, prova e marcatura di componenti
Robot handling

Le “soluzioni integrate” che quotidianamente vengono progettate e realizzate su misura per i nostri clienti con forniture “chiavi in mano” sono:
  Sistemi di automazione su specifica del cliente;
  Sistemi di Marcatura a Micropercussione e Laser su specifica del cliente
  Sistemi di prova su specifica del cliente;
  Studi di fattibilità;
  Realizzazione di particolari meccanici costruttivi ed attrezzature per  esigenze specifiche del cliente;
  Progettazione meccanica 3D PTC Pro-Engineer, 2D Autocad;
  Programmazione PLC Allen Bradley, Apax Moore, Bosch, Omron, Siemens;
  Programmazione robot antropomorfi ABB, COMAU, DENSO, KUKA;
  Gestione e integrazione di sistemi di visione commerciali 

Dominio riferimento
Ambiente, Sicurezza e Tutela Territoriale
Partner

1200 Elettronica

Control Optimization and Robotic Group

Dipartimento di Elettrotecnica ed elettronica Politecnico di Bari

Onibur

ING. M. MARRAUDINO

Obiettivi

L’obiettivo principale del progetto è quello di ottenere il prototipo di un robot autonomo subacqueo (AUV- Autonomous Underwater Vehicle) in grado di effettuare monitoraggio ambientale rilevando i dati con una sonda parametrica e con sensori dispersi sul fondale, partendo da un robot subacqueo commerciale semiautomatico di tipo filoguidato (ROV-Remotely Operated Vehicle) dotato di telecamera on board

Risultati

Unità ROV/AUV in grado di operare sia in modalità filoguidata (come ROV) che in modalità autonoma (come AUV) dotata di SW di gestione dati di navigazione e ambientali.

    Prototipo di sensore a basso consumo energetico da disperdere nell’ambiente marino in grado di acquisire informazioni di natura ambientale e di trasferirle mediante micromodem integrato all’unità ROV/AUV.

   Prototipo di Sonar (Sonda acustica) in grado di comunicare da terra, mediante link acustico, con un’unità gemella collegata con l’unità ROV in immersione.

Soluzioni identificate

Elementi Modulari
ROV
Sonar
Sensore Parametrico

Circuiti Stampati (PCB) Modulari
Modulo Micro
Modulo Trasmettitore
Modulo Ricevitore

Modem acustico customizzato
Integrazione della sonda parametrica
N°3 sistemi indipendenti di Tx/Rx a 40Khz e 25Khz

Utilizzabilità dei risultati e dei brevetti

Sw ottenuto su piattaforma Matlab:
? da ingegnerizzare con SW industriale (Visual C, Labview, etc)

Circuiteria Elettronica: modulare, completa e ottimizzata negli spazi
? si può ingegnerizzare con poco ulteriore sviluppo

 Interfacciamento Meccanico: modulare, facilmente realizzabile con poche lavorazioni
? si può ingegnerizzare con poco ulteriore sviluppo

Trasduttori sonici: Ottimi trasmettitori ma “ampia banda di ricezione”    
? sarebbe da avviare un ulteriore progetto di ricerca per ottimizzare il          sistema di ricezione e renderlo più performante

Mercato e ricadute industriali

La scarsa presenza di realtà imprenditoriali impegnate nello sviluppo di tecnologie e nella fornitura di servizi per il monitoraggio ambientale marino in una regione come la Puglia appare singolare alla luce dell’estensione della costa regionale e della sua rilevanza in termini di ritorno economico legato al turismo, alla pesca ed alle attività industriali che insistono sulla costa

Questa semplice considerazione ha spinto la direzione aziendale a voler intraprendere tale progetto grazie anche alla “forte sinergia” presente con i partner tecnico-scientifici