Progetti

Indietro

 
Ragione sociale
Biotecgen s.r.l.
 
Indirizzo
Via Leuca 174 73100 LecceLE
Riferimento
 
Telefono
 
Fax
 
E-mail
 
Sito web
http://www.biotecgen.it
 

OptiLeg  - sviluppo di un sensore ottico per la detection di Legionella

Descrizione progetto

sviluppo di un biosensore basato sulla tecnica della risonanza plasmonica di superficie (SPR), che consente, in tempi brevi e a costi competitivi, il rilevamento e la quantificazione di Legionella a partire da campioni di ambientali .

Azienda

“BTG” è una Società attiva da 10 anni nel settore della “Ricerca e Sviluppo Sperimentale nel campo delle Scienze Naturali e dell’Ingegneria”.
Nello specifico l’azienda ha per oggetto le seguenti attività:
Preparazione su commissione di griglie di DNA;
Servizi di marcatura e sviluppo di sistemi innovativi per griglie di DNA;
Sviluppo e commercializzazione di sistemi diagnostici per analisi molecolare;
Produzione di biosensori basati su enzimi

Biotecgen rappresenta un partner tecnologico con il quale progettare e realizzare interventi di Ricerca e Sviluppo nel campo delle biotecnologie.
“BTG” ha instaurato numerose collaborazioni con Centri di Ricerca e Università, italiani ed esteri, partecipando a progetti di ricerca internazionali ed acquisendo competenze tecnologiche estremamente specifiche. In particolare tali competenze si riferiscono alle tecniche di funzionalizzazione delle superfici ed ai protocolli rapidi di individuazione di patogeni attraverso metodi biomolecolari.

Dominio riferimento
Salute, Benessere e Dinamiche Socio-Culturali
Partner

Istituto per la Microelettronica e Microsistemi (CNR-IMM)
-Sensori e Microsistemi Intelligenti per la sicurezza e la qualità della vita nei settori agroalimentare, Trasporti ed "Ambient Assited Living"
- Materiali e Processi per la realizzazione di dispositivi per la conversione di energia

Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari (CNR-ISPA) 
Ricerche applicate e di base, progetti educativi e di trasferimento tecnologico e lo sviluppo di processi innovativi volti ad ottenere composti primari e secondari utili per l’industria agro-alimentare.

Co.Se.Lab.A. scarl
Consulenza sulle normative vigenti del settore agroalimentare, analisi chimiche, microbiologiche ed ambientali di acque ed alimenti

Obiettivi

L’obiettivo principale, perseguito nell’ambito del progetto “OptiLeg”, è basato sull’utilizzazione della tecnica SPR per la realizzazione di uno strumento per rilevare e quantificare la presenza di Legionella pneumophila in campioni ambientali (acqua).

Progettazione e realizzazione di un supporto metallico nanostrutturato
Progettazione e realizzazione di un dispositivo portatile per la  trasduzione del segnale SPR indotto sul biochip
Analisi di campioni ambientali per la ricerca di L.pneumophila mediante il dispositivo “OptiLeg”

Risultati

Sviluppo di materiali metallici nanostrutturati

Progettazione e realizzazione di un trasduttore ottico SPR portatile

Ffunzionalizzazione con sonde specie-specifiche del chip e detection di L.pneumophila in campioni artificialmente contaminati

Soluzioni identificate

Soluzioni metodologicheIl dispositivo Optileg:

riduce  i tempi di analisi rispetto al metodo colturale
Introduce una nuova metodologia (mediante biochip a trasduzione ottica)per le analisi ambientali
Riduce l’immissione di rifiuti tossici nell’ambiente (riduzione di reagenti tossici e plastica di consumo dei laboratori)
Non necessita di personale tecnico altamente specializzato

Innovazione ed ottimizzazione dei tempi di quali- quantificazione di L.pneumophila

Utilizzabilità dei risultati e dei brevetti

Il trasferimento e l'applicazione delle conoscenze tecnico-scientifiche acquisite mediante il progetto “OptiLeg” predispongono al trasferimento del know-how all'industria per la realizzazione di un processo produttivo di una nuova tecnologia basata su dispositivi di“biosensing” destinati al “ready to use” anche solo per un’analisi di tipo qualitativa (presenza/assenza del target) senza la necessità di personale altamente qualificato.
Tale processo consentirebbe di rispondere alle normative vigenti in materia di sicurezza biologica degli ambienti comunitari ed alla prevenzione delle infezioni permettendo un processo di miglioramento sia in termini di tempestività che di efficienza delle norme stesse, auspicando ad una semplificazione delle stesse.
Il dispositivo prototipale “OptiLeg” consente, ad oggi, di poter monitorare le interazioni molecolari dose-dipendenti antigene-anticorpo (l.o.d. 3ppm), anticorpo-anticorpo (l.o.d. 1 ppm), crosslinker-proteine(l.o.d. 0,5 ppm) e sonda-microrganismo ma necessita di un miglioramento della ripetibilità e riproducibilità perché possa essere trasferito alla produzione industriale.

Mercato e ricadute industriali

Il mercato dei test diagnostici rapidi è in continua crescita ed evoluzione, in particolare, le soluzioni diagnostiche che si fondano su tecniche bio-molecolari vedono la loro applicazione in un mercato che cresce del 25% ogni anno.

L’utilizzo di tali soluzioni, se comparate con le metodologie classiche, conduce a ricadute economiche positive sia in termini di minor costi ma anche per ciò che concerne un incremento dei ricavi.