Progetti

Indietro

 
Ragione sociale
Grifo multimedia Srl
 
Indirizzo
str. prov. Casamassima km 3 70010 ValenzanoBA
Riferimento
 
Telefono
 
Fax
 
E-mail
 
Sito web
http://siscapp.grifomultimedia.it
 

S.I.S.C.APP. - Sistema Integrato a Supporto delle Comunità d’APPrendimento 

Descrizione progetto

Progettare, implementare e testare sul campo un sistema complesso di supporto alla formazione blended su base collaborativa, altrimenti detta comunità di apprendimento. 

Azienda

Grifo fornisce soluzioni globali di e-learning in un approccio integrato che comprende: TECNOLOGIA; CONTENUTI; SERVIZI

TECNOLOGIA
Piattaforme di e-learning e Knowledge management, strumenti di authoring
CONTENUTI
Contenuti generici (orizzontali) e specifici per settori di mercato verticali (es.: automotive, sanità…)
SERVIZI
Piani di implementazione aziendale, sviluppo corsi ad hoc, personalizzazione ed integrazione di tecnologie e contenuti preesistenti, analisi e gestione delle competenze, hosting e amministrazione delle soluzioni di e-learning…

Dominio riferimento
Istruzione ed Educazione
Partner

UNIVERSITÀ DI BARI
Dipartimento di Informatica - Laboratorio LACAM - Acquisizione della conoscenza e apprendimento nelle macchine
UNIVERSITÀ DEL SALENTO Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione
UNIVERSITÀ DI FOGGIA Dipartimento di Scienze Umane - Laboratorio ERID - Educational Research & Interaction Design


 

Obiettivi

OBIETTIVI DI DETTAGLIO STRATEGICI

Definire una metodologia di progettazione e sviluppo di Learning Object
Definire il modello utente

Implementare un nuovo Player Grifo per l’erogazione dei Learning Object
Implementare un sistema integrato come da architettura
Tracciare i materiali prodotti da attività extra LMS (Forum, Blog, Wiki…)

Progettare, realizzare ed integrare il Recommender System

 

Risultati

D2.1. Linee guida per la progettazione e l’implementazione di LO in comunità di apprendimento
D3.2.1. Specifiche del modello utente e della base dati distribuita
D3.2.2. Set di metadati usati nel sistema SISCAPP

D5.1. Prototipo Integrato di front end
D5.2. Prototipo Integrato di back office
D5.3. Prototipo di nuovo Player Grifo per l’erogazione dei Learning Object

D6.3 Recommender System implementato ed integrato con gli altri sottosistemi

Soluzioni identificate

La nuova metodologia di progettazione è stata messa a punto riprendendo l'innovazione introdotta dallo standard SCORM attraverso il concetto di Learning Object come blocchi di costruzione, pezzi di informazione autosufficienti indipendenti e riutilizzabili, ciascuno caratterizzato da un obiettivo didattico elementare. I punti cardine che abbiamo innovato grazie allo studio ed all’esperienza SISCAPP sono:

Analisi dei requisiti più dettagliata
Decostruzione delle mappe concettuali spinta a fondo
Utilizzo di pre-test / post test
Modello utente / metadati

Per implementare SISCAPP si è scelta la strada dell'Open Source. Per la prima volta abbiamo integrato solo soluzioni già esistenti e libere da copyright per quanto riguarda:
Componenti / sottosistemi
Interfaccia utente
Database / motore relazionale
Web server Il nuovo Player Grifo invece resta tecnologia proprietaria e realizza una integrazione stretta con SISCAPP attraverso l’uso degli strumenti “2.0”
Accedere a chat, blog, forum, Wiki
Mandare messaggi alla comunità
Rating e Tagging

È stata inoltre migliorata la fruizione dei contenuti:
Eseguire una ricerca sulle competenze collegate al LO
Funzione segnalibro (riprendi da dove hai lasciato)


Il meccanismo di raccomandazione del sistema SISCAPP è sttao messo a punto ad hoc e l’algoritmo si articola in tre fasi distinte:

filtering dei contenuti;
ordinamento dei contenuti filtrati in base al profilo utente;
presentazione dei risultati.

I meccanismi di raccomandazione, filtraggio e ordinamento si basano sul modello utente e su tutte le informazioni sulle risorse didattiche che sono contenute nei sottosistemi, in particolare usano la definizione di competenze e profili nonché il grado di padronanza che ciascun utente ha di ciascuna competenza e i livelli soglia previsti per quella competenza nel proprio profilo professionale. 

Utilizzabilità dei risultati e dei brevetti

Il progetto è sicuramente servito a Grifo per integrare tra loro una serie di strumenti proprietari e non mettendo a punto un sistema complesso che può costituire una base per andare incontro ai requisiti di potenziali clienti sempre più interessati a soluzioni che permettano di conservare e rendere accessibili le conoscenze interne trasformandole in materiali didattici.

Il modello pedagogico implementato attraverso la piattaforma integrata è sicuramente vincente laddove i soggetti coinvolti abbiano una forte motivazione alla crescita e, laddove qualcuno non ne abbia o ne abbia meno, questo nuovo modo di gestire la formazione continua può indurre ad una maggiore motivazione attraverso l’uso di tool (c.d. 2.0) ormai sempre più familiari ai più, che incentivano l’assunzione di un ruolo di prosumer piuttosto che quello di passivo recettore di contenuti.
 

Mercato e ricadute industriali

Il mercato sta premiando quei vendor che si presentano in una logica di system integrator e quindi non di invenzione di nuove tecnologie ma di riutilizzo ed adattamento di piattaforme esistenti: uno dei punti di forza di SISCAPP. Tali player possono garantire ai clienti un presidio che va dalla capacità di progettare i processi formativi fino alla fornitura di tecnologia, servizi e consulenza, in una prospettiva di prodotto su misura sui bisogni dei clienti. Grifo si situa da sempre proprio in questo settore di mercato rivolgendosi alle aziende, e dall’esperienza e dai prototipi sviluppati in SISCAPP potrà trarre solo vantaggi arricchendo la propria offerta e abbassando costi e prezzi rispetto a molti competitor.

L’approccio tecnico proposto da SISCAPP si rivolge ad una generazione già “familiare” con l’utilizzo dei mezzi telematici per il ritrovamento e la condivisione di informazioni indispensabili a completare la propria formazione: la stragrande maggioranza dei discenti cerca online approfondimenti ed integrazioni a quanto imparato nei corsi “tradizionali” SAPER CERCARE è quindi diventato fondamentale.