Beni Culturali e Turismo

Riportiamo di seguito, a titolo esemplificativo, alcune ipotesi di fabbisogni, esigenze o problematiche con relative possibili soluzioni nel dominio  "Beni culturali e turismo".

N.B. la loro citazione non costituisce in alcun modo motivo di priorità rispetto ad altre proposte emergenti nel corso della pubblicazione dell'Avviso Pubblico".

 

Problema

Un Parco naturale della Regione è interessato a mettere a disposizione dei visitatori, in modo semplice e intuitivo, ma anche costantemente aggiornato per qualsiasi variazione anche di tipo meramente transitorio (dovuta a lavori stradali o fenomeni atmosferici imminenti), gli itinerari che possono essere usufruiti per il trekking all'interno dell'area protetta.

Soluzione

Un database geo-referenziato, contenente i sentieri abilitati per il trekking ufficialmente riconosciuti e i vari punti di interesse lungo gli stessi, regolato da un sistema di gestione mobile scaricabile come App su terminali smart phone, in grado di alimentarsi ed auto-aggiornarsi grazie ai contributi ricevuti in tempo reale dagli stessi visitatori, oltre che dall'Ente Parco. Il sistema potrebbe identificare i luoghi di interesse ambientale (flora, fauna) e per suo tramite i cittadini aiuterebbero le autorità preposte al monitoraggio delle specie protette oltre che delle condizioni dei sentieri.

Problema

Un'associazione di cittadini o di operatori economici locali lancia la sfida della valorizzazione del turismo "fai da te", che ha assunto un'importanza ormai preponderante rispetto a quello tradizionale, intermediato dai tour operator e sostenuto da guide o accompagnatori ufficiali.

Soluzione

Un sito internet di informazioni basato sulla disponibilità on demand, soprattutto nei piccoli centri montani o rurali, di persone esperte della cultura, delle tradizioni e della storia locale, in grado di  rispondere preventivamente a domande e curiosità specifiche di turisti "fai da te" nelle fase di programmazione e pianificazione del loro viaggio e assistere personalmente i turisti stessi nel corso dell'eventuale visita in loco. Il progetto potrebbe collegarsi facilmente alla rete delle "Pro loco", ovvero al sistema delle sagre paesane, favorendone una maggiore conoscenza e dislocazione temporale nel corso della stagione turistica.

Problema

Un'associazione di cittadini o di operatori economici è interessata a creare e promuovere all'esterno del territorio una rete di accoglienza basata su una pluralità di posti letto (ad es. dentro case private, masserie o Bed & Breakfast), dislocati a breve distanza l'uno dall'altro, secondo il modello del cosiddetto "Albergo Diffuso".

Soluzione

Un sito Internet che – pur somigliante a quello di un albergo "tradizionale" – in realtà nasconde una complessità di situazioni, rese amichevoli nei confronti del cliente grazie a un servizio di trasporto delle persone da e per i luoghi di accoglienza disponibili, nonché a un sistema di gestione dei posti letto offerti che mantiene una sufficiente vicinanza geografica e uno standard qualitativo discretamente omogeneo nel caso di persone appartenenti al medesimo gruppo che vengano dislocate presso strutture ricettive diverse.