Energia rinnovabile e competitiva

Riportiamo di seguito, a titolo esemplificativo, alcune ipotesi di fabbisogni, esigenze o problematiche con relative possibili soluzioni nel dominio    "Energia rinnovabile e competitiva".

N.B. la loro citazione non costituisce in alcun modo motivo di priorità rispetto ad altre proposte emergenti nel corso della pubblicazione dell'Avviso Pubblico".

Problema
Una Pubblica Amministrazione (Provincia, Comune) lancia la sfida di aumentare il risparmio energetico negli edifici scolastici, ovvero in alcuni condomini privati o case di abitazione economica e popolare, diminuendo in modo permanente e sostanziale la spesa annua relativa.

Soluzione
Una serie di attività informative e formative nelle scuole, o nei condomini, aderenti al progetto, accompagnate dalla realizzazione e pubblicazione su internet di un sistema informatico collegato ai rilevatori dei consumi energetici negli edifici facenti parte della sperimentazione (c.d. contatori "intelligenti"). Grazie al monitoraggio ed alla visualizzazione in tempo reale degli andamenti giornalieri del consumo energetico per fasce orarie, nonché al confronto con i risultati degli altri "concorrenti", potrebbero essere attivati nel tempo comportamenti di consumo imitativi/emulativi degli utenti finali, ed in ultima analisi cambiamenti sostanziali negli stili di vita in grado di impattare nel modo desiderato sui consumi stessi.

Problema
Anche se non appartenente in senso stretto al dominio "Energia", un'esigenza simile a quella precedentemente enunciata è di realizzare, attraverso la modifica nei comportamenti individuali e collettivi, una riduzione dei consumi idrici, una diminuzione degli sprechi legati alla differenziazione degli usi (civili e agricoli), ed eventualmente un censimento dei pozzi artesiani unitamente al monitoraggio della qualità delle acque di falda.

Soluzione
Simile a quella precedente, oppure la condivisione (con gli alunni delle scuole, con campioni di cittadini, ecc.) di una rappresentazione virtuale del sistema idrico esistente nel territorio (fiumi, sistemi di irrigazione, falde, acquedotti), compresi gli elementi storici, per promuovere l'educazione e il rispetto dell'acqua come risorsa.